Ti trovi sul nuovo sito di Maria Monica sensitiva


I Tarocchi siciliani e la loro storia

Dalle presunte lontane origini alla comparsa in Europa degli attuali Tarocchi Siciliani


Per parlare dell'origine dei  tarocchi  siciliani va fatta una premessa, dobbiamo analizzare la nascita delle prime forme di carte da gioco in Italia. La divinazione infatti va pari passo con il gioco delle carte nelle più svariate forme, tuttavia non ci sono nozioni precise in merito ci sono state notizie frammentarie di esempi in Cina: va detto che in questo immenso paese, la Cina, tradizionalmente la forma e l'idea sono concetti fondamentali, basta guardare il loro alfabeto in cui l'immagine ha una importanza enorme. In Europa poi ci sono state testimonianze di questa forme di gioco da cui poi hanno probabilmente avuto origine mazzi particolari ma non è rintracciabile un vero e proprio anello di congiunzione. Il buon senso ci dice che tali usi siano provenuti da altri paesi, dove furono stampate le prime forme di carte da gioco e quasi in concomitanza queste abbiano assunto anche una valenza esoterica per le pratiche di divinazione.

i futuri Tarocchi Siciliani sopravvissuti alle repressioni nel medioevo

Va detto che in quegli anni che vanno dal 1200 al 1400 siamo verso la fine del medioevo, periodo buio in Italia, non c'era una vera comunicazione.Le strade erano quelle romaniche lastricate di pietra ci si spostava con difficoltà la chiesa era anch'essa nei secoli bui della caccia alle streghe e agli eretici quindi è impensabile avere notizie certe.

tarocchi siciliani




Se consideriamo che tanti testi di scienze vennero proprio messi all'indice e dati alle fiamme figuriamoci gli Arcani che saranno stati attribuiti a varie forme di stregoneria.

Va detto che in quegli anni chi veniva accusato di pratiche attribuibili alla stregoneria, veniva giustiziato sul rogo è quindi molto probabile che chi venisse trovato in possesso di oggetti del genere, carte con figure ambigue e misteriose,oppure amuleti o qualsiasi oggetto divinatorio, fosse stato mandato al rogo come eretico o soggetto dedito alla stregoneria.

Cosa dire per certo:adesso sappiamo che c'erano degli esempi di carte - Tarocchi Cinesi,degli esempi degli Arabi con le mamelucche ma non c'era uno studio appropriato,un interesse collettivo,soprattutto va detto che erano considerate qualcosa di riconducibile a pratiche oscure e maligne se si pensava appunto alla divinazione; in più come sappiamo dalla storia in quegli anni ci si spostava male e non esistevano altri mezzi di comunicazione, se non il passaparola di conseguenza anche lo sviluppo e la diffusione culturale ne risentiva e andava a rilento figuriamoci le carte da gioco o di divinazione.

Prime testimonianze sugli attuali Tarocchi

Intorno al 1400 ci sono testimonianze delle prime forme di carte da gioco più simili agli attuali  Tarocchi in cui lo scopo non era solo la divinazione ma anche il gioco anzi si può dire che presumibilmente venivano usati come primi veri e propri giochi di società; tali esempi probabilmente suscitarono l'interesse delle corti.

Parallelamente nel 1400 l'Italia si presenta sotto forma di tanti Ducati , la cultura generale allora si basava sul sentito dire, sulle storie raccontate da viandanti e viaggiatori, per il resto povertà di massa, in contrapposizione alle poche potenti corti ricchissime rappresentato dala figura del potente signore nei palazzi profumati mentre la plebe coltivava la terra : questi'ultimi erano considerati straccioni che al di fuori del tempo trascorso a svolgere il loro duro lavoro, nei campi e non, frequentavano le taverne maleodoranti.

Il gioco o divinazione quindi aveva due vie: la via di corte o la via della povertà nelle strade dove qualche menestrello cantava le prime rime. In seguito vennero creati mazzi appositamente utilizzati per i signori, i Visconti o i D'este insomma per le grandi casate nobiliari : ecco la confermazione dei mazzi più conosciuti principalmente come gioco ludico e parallelamente anche come divinazione ma in questi anni iniziò una vera e propria differenziazione. In queste corti si definirono meglio alcune forme arrivando fino all'assetto odierno fante regina e re e nei vari semi.

carte e Tarocchi:dal gioco e intrattenimento alle pratiche divinatorie

Parallelamente l'esoterismo si estendeva dando origine a figure come gli alchimisti stregoni specialmente nel periodo oscuro del medioevo da cui poi si differenziarono  da una parte gli studi esoterici ,i rituali ,la magia bianca rossa e nera, dall'altra parte troviamo culti come l'erborista ,il chimico  dividendosi insomma tra la parte oscura e la parte razionale.

Che sia stato in questi anni che si sia creata una scissione tra carte da gioco e carte prettamente per la divinazione? Difficile dirlo  Si tratta tuttavia di un procedimento lento e graduale che piano per volta ha attraversato tutti i tempi. A questo punto dobbiamo seguire l'evoluzione dell'esoterismo in generale dall'alchimista arriva il mago  che predice il futuro fa rituali oscuri nascono le prime forme di chiaroveggenza e a queste forme di divinazione veniva abbinata anche la lettura con i Tarocchi.

Tarocchi classici




Intorno al 1800 gli arcani sono affermati come mezzo di lettura - predizione del futuro - cartomanzia e Arte divinatoria che si ritiene in grado di prevedere il futuro mediante l'utilizzo delle carte, che siano queste da gioco o fabbricate appositamente per tale uso, tenendo conto del significato attribuito al seme, al colore, alla figura, al numero di ogni carta.

Ulteriori suddivisioni e differenziazioni nel tempo delle pratiche divinatorie con le carte

I principi generali furono fissati verso la fine del 18° sec. da tre cartomanti francesi: l’Alliette, M.-A. Lenormand, che fu confidente di  Giuseppina Bonaparte, e A. Moreau ( tratto da Enciclopedia treccani)

Va fatta una precisazione: si parla di arcani maggiori e minori gli arcani maggiori sono 22 carte (matto,bagatto,papessa,imperatore ecc vedi figura) poi ci sono gli arcani minori che non sono altro che le normali carte da gioco con gli elementi figurativi - grafici tradizionali relativamente al loro luogo di origine;

ci sono le napoletane che sono 40 con cui ad esempio si gioca a briscola(figura), ci sono le 52 carte con sui si può giocare anche a ramino ; con l'unione di arcani minori e maggiori 78 carte si può eseguire quindi la pratica di divinazione tuttavia c'è chi divina con la simbologia delle 40 carte e chi divina con le 52 e chi con le 78 non esiste una regola fissa ,non esiste uno studio riconosciuto chi procede in questi campi è ancora (o potrebbe essere) un pioniere,

Differenza tra carte da gioco e carte da divinazione

Ho richiamato all'attenzione i vari giochi per spiegare facilmente che tipo di carte contenga un mazzo rispetto all'altro. Le carte attraverso cui si opera la divinazione vengono disegnate più accuratamente sono anche più belle da vedere mentre per il gioco si lascia in evidenza il seme assieme ad una figura stilizzata. L'evoluzione della divinazione è andata paripasso con la nascita di queste carte e mentre per il gioco certi elementi perdevano in particolari e dettagli, nelle carte per la divinazione le carte aumentavano di dimensione e venivano arricchite di particolari prettamente simbolici e perfino di elementi in oro. Vennero poi introdotti anche simboli dell'antico egitto tra cui sottoliniamo i  noti tarocchi Decani del cui studio e praica mi occupo in modo particolare. Poco per volta i mazzi di carte vennero arricchiti con numerose sfumature: carte degli angeli, perfino carte manga e chi più ne ha più ne metta basta visitare un negozio on line di vendita di carte con Arcani.

Le carte da gioco e la Divinazione nell'età moderna

Dal 1400 al 1861 l'Italia ancora si presenta come divisa nei vari ducati e regni da questo probabilmente la grande diversità di ogni cultura autoctona e quindi anche delle carte da gioco e divinazione, l'unificazione come sappiamo, avviene nel 1861 da quel momento l'assetto dell’Italia cambiò, il nostro Garibaldi unificò tutta la penisola tuttavia l'Italia rimaneva unita di nome ma non di fatto, poiché questo tipo di amalgamazione richiederà anni e tutt'ora ne risentiamo gli effetti di questa territorialità generando per quanto riguarda gli arcani la produzione di una miriade di esempi più o meno territoriali e legati alla cultura del luogo di origine. E' del tutto naturale allora che i  Tarocchi  dei Visconti siano diversi dai Tarocchi Siciliani  o meglio presentino alcuni simboli diversi e diverse caratteristiche.

Le origini incerte dei Tarocchi Siciliani

Parliamo adesso dei Tarocchi  Siciliani  in particolare Abbiamo visto che le origini delle carte da gioco  da cui poi prenderà spunto la divinazione sono piuttosto oscure e offuscate in generale. Perfino alcuni libri autorevoli risalenti al 1400 dicono espressamente che le origini di tali  Tarocchi  non è certa e questo ovviamente ci fa capire che  come tutte le varie tipologie di carte per la divinazione , tale origine si perde nella notte dei tempi; tuttavia possiamo dire che ad oggi il gioco dei  Tarocchi  Siciliani è stato ripreso (o forse non è mai stato del tutto sospeso) e vi sono tornei che attirano e coinvolgono molte persone.

Torniamo a parlare della caratteristica particolare e univoca del mazzo dei  Tarocchi  Siciliani: il mazzo presenta 64 carte di cui 22 sono trionfi e differiscono dai famosi arcani maggiori, alcune figure corrispondono come il mondo ,il matto, la morte, l’eremita ,l’appeso alcune invece sono completamente diverse come: la miseria ,la nave ,la cortigiana; altri invece sono una via di mezzo  il sole la luna,la torre quindi hanno un significato diverso, un punto di incontro tra il significato degli Arcani maggiori e quello dei Trionfi io li definirei ibridi.

Questo tipo di mazzo presenta delle evidenti anomalie: non sono presenti alcune carte nel mazzo, asso due tre quattro di bastoni sono assenti mentre ad esempio per quanto riguarda il seme di denari manca il due ed il tre mentre asso quattro cinque ecc sono normalmente presenti, questo fondamentalmente per motivi di utilizzo nel gioco ovviamente, diciamo che fa parte delle regole del gioco stesso un po' come quando noi, qui in Toscana dalle mie parti, giochiamo all’Uomo Nero  e mettiamo da parte il fante di picche. Tra le figure invece troviamo Re, Regina, Cavaliere e Donna ed anche in questo differiscono dalle carte da gioco tradizionali Fante, Re e Regina.

tarocchi e divinazione


Significato della simbologia nei Tarocchi Siciliani

Per quanto riguarda la divinazione ogni  carta con la relativa simbologia e seme, ha un suo significato ben preciso come per le altre tipologie di Tarocchi. Andrò adesso a dare una mia interpretazione della simbologia e significato dei Tarocchi  Siciliani tenendo presente che essi vanno comunque contestualizzati per la lettura nella posizione in cui escono e in base agli arcani che hanno a fianco, destra o sinistra.

1) la miseria
Il simbolo rappresenta un uomo con vesti lacere che sta chiedendo aiuto  tiene in mano un piattino ai piedi un blocco di cemento che gli impedisce il movimento.
Rappresenta una particolare condizione: quando siamo relegati ad una particolare condizione di indigenza e senza alcuna possibilità di riscattarci.

2) i picciotti
Tre individui stanno parlottando difronte ad un banco con delle risorse. Rappresenta l'ingegno umano la voglia di trovare una soluzione la nascita di qualche attività o anche di qualche relazione sentimentale visto che si può applicare a qualsiasi campo dell'indagine. Elemento simbolico  positivo riferito all' ingegno, superamento ostacoli, risultato raggiunto.

3) l'imperatrice
Una donna sul trono con in mano una sfera che rappresenta la conoscenza ed il bastone del comando.
In generale una donna importante,ma può voler sottolineare il fatto che questa donna sia in grado di tenere testa che abbia quindi intelletto e prestanza. Attitudine al comando e giuste conoscenze per affrontare qualsiasi problema.

4) l'imperatore
Figura maschile seduta su un trono con in mano una sfera che rappresenta la conoscenza ed il bastone che rappresneta la forza il potere.
Un uomo importante ,che comanda. Diciamo che è l'equivalente della precedente, intesa però nella versione maschile.

5 )la costanza
La costanza che porta il giusto risultato. Talvolta non abbiamo le giuste competenze per poter raggiungere un obiettivo ma possiamo arrivarci mediante la forza interiore e la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità,se ci crediamo fino in fondo agiamo con costanza, riusciamo a raggiungere quanto ci eravamo proposti, anche quando si tratta di obiettivi importanti e non facilmente raggiungibili.
Il presagio in questo caso è veramente positivo.


6) la temperanza
Una donna travasa il contenuto di una brocca nell'altra con calma e lentezza.
Rappresenta il tempo che passa, la pazienza dobbiamo pazientare per arrivare a raggiungere i nostri obbiettivi. Dunque calma e pazienza ma nell'insieme il presagio rimane positivo.

7) la Forza
Una donna sostiene una colonna il messaggio è piuttosto semplice possediamo la forza per poter affrontare un certo disagio una certa pressione quindi molto probabilmente riusciremo a sostenere ed affrontare le difficoltà che si presenteranno nella nostra vita o particolarmente in quel momento.
Presagio positivo.

8) la giustizia
Una donna sostiene da una parte una bilancia dall'altra una spada. Il messaggio può essere positivo o negativo a seconda della circostanza. Se la persona che abbiamo difronte è un malvivente potrebbe essere un monito nel senso ravvediti o patirai la giustizia. Mentre se la persona ha subito un torto allora è un arcano consolatorio gli sta dicendo tranquillo arriverà la giusta punizione per chi ti ha fatto del male e una giusta ricompensa per te.

9) l'amore
Rappresenta una coppia in fase di litigio l'uomo infatti possiede una spada quindi la spada è simbolo di una cosa che ferisce ma ecco che il cupido ripristinerà la pace tra i due può quindi riferirsi ad una lite superata o più in generale all'amore condiviso alla costruzione di una coppia stabile
il signiicato è comunque positivo.

10) il carro
Un carro trascinato da due cavalli porta in trionfo un re vittorioso  che porta una sfera ed una spada. Di solito rappresenta la vittoria il raggiungimento di una situazione difficile per cui si è combattuto. Ma può anche rappresentare effettivamente un viaggio uno spostamento un trasferimento va contestualizzato all'interno della lettura per capire bene il reale e giusto significato.

11) la ruota della fortuna
Una regina siede su una ruota con sfera e spada,sotto la ruota altre persone patiscono la innaturale posizione. Spesso ci troviamo in una posizione di preminenza senza accorgerci che  può essere una cosa fugace  e appena la ruota girerà finiremo sotto il peso della ruota stessa. Rappresenta la fugacità del comando o una posizione di privilegio tenuta quasi per fortuna vale il detto oggi a me domani a te non si sa mai quando la ruota gira.

12) l'impiccato
Un uomo impiccato ad un ramo penzola dalla sommità di un albero, ha le mani legate. Rappresenta una condizione di impotenza probabilmente non si trova in una situazione a lui favorevole ma non può fare niente :quansiasi cosa faccia non determinerà il cambiamento della situazione. Si riferisce anche ad una situazione stagnante senza possibilità di uscita.

13) l'eremita
Un eremita con una lanterna in mano ed un bastone sembra inseguire una meta lontana. Può rappresentare la ricerca della verità fare luce su una verità ma anche il tempo che passa e sottolinea anche la nostra impotenza prima di vedere risultato anche in questo caso il  tarocco  di per se vuole dire poco se non è contestualizzato all'interno di una narrazione.

14) la morte
La morte arriva con la scure sopra un cavallo. La morte quasi mai rappresenta la morte fisica di solito significa il sopraggiungere di un cambiamento la frustrazione di doversi adattare il momento cruciale che poi può portare anche verso una situazione positiva o negativa a seconda dei  tarocchi  che sono accanto. La figura guarda alla nostra sinistra quindi potrebbe rappresentare una chiusura verso una situazione  rappresentata da una eventuale carta a destra mentre la volontà del cambiamento verso l'eventuale  tarocco che si troverà sulla sinistra.

15) la nave
In questo caso la nave ha una valenza positiva rappresenta una bella novità. Anticamente quando i pescatori tornavano dalla pesca vedere la barca voleva dire che ce l'avevano fatta erano tornati il presagio è sicuramente positivo è come se il  tarocco  ci volesse dire il tuo desiderio diventerà dealtà buone nuove in arrivo.

16) la torre
Mentre la torre dei  tarocchi  di marsiglia ha una valenza negativa in questo caso la figura rappresenta una torre quindi qualcosa costruito pietra su pietra di conseguenza rappresenta una cosa robusta e forte. Qualcosa quasi di inespugnabile molto diverso dal  tarocco  di marsiglia raffigurato da una torre colpita da un fulmine che viene danneggiata, dove invece rappresenta una notizia brutta distruzione quindi diciamo quasi quasi il significato opposto.

17) la stella
Un cavaliere tiene in alto il simbolo della stella. Il significato è molto positivo: buone speranze un  tarocco  sicuramente di buon auspicio. Tuttavia la presenza del cavallo gli conferisce anche un senso di moto e non solo di buona speranza facendoci prevedere un lieto fine l'arcano delle stelle di marsiglia invece ha più una connotazione di buone speranze per il futuro il  tarocco  siciliano  presenta quindi un messaggio rafforzato.

18) la luna
Rappresenta una coppia che si incontra in maniera clandestina mette in evidenza tutte quelle situazioni in cui ci sia qualcosa da nascondere falsità doppiezza incontri tra amanti addirittura anche una gravidanza nascosta o indesiderata.

19) il sole 
Due uomini stanno litigando in maniera violenta mentre compare il sole. Questo vuol significare il termine delle discordie dopo la tempesta arriva la pace ma va contestualizzata con le altre carte vicino che ne arricchieranno la simbologia.

20) Atlante
Atlante porta il mondo sulle spalle. Da una parte rappresenta il tutto :quello che si può avere ed ottenere dalla vita quindi un  tarocco  molto positivo tuttavia può essere anch'esso influenzato dai  tarocchi  circostanti può infatti anche rappresentare la forza per mantenere una situazione positiva Atlante infatti porta su di se il peso di tutto il mondo può assumere anche una sfumatura di pesantezza.

21) Giove La potenza di Giove con i fulmini in mano. Può rappresentare la forza e la potenza in senso positivo quindi che si riferiscono a noi al nostro momento vissuto ma tale potenza potrebbe essere usata anche contro di noi se non abbiamo agito nel modo giusto. Va contestualizzata insieme ad altri  tarocchi.



Vedi anche Tarocchi dei Decani




Richiedi subito una veggenza di cartomanzia con i Tarocchi dei Decani
per posta elettronica o per telefono


richiedi veggenza di cartomanzia
 Testimonianza  di. . .  
Fabiana: 14/09/2019:
Che dire..in un problema per me complicato lei sa davvero come sciogliere i tuoi nodi..e poi la disponibilità che ha è davvero una caratteristica che la rende ancora più unica...grazie Mariamonica di cuore.... non finirò mai di farlo..centri in pieno addirittura i pensieri ..un abbraccione



Vedi altre testimonianze

Richiedi un'analisi di veggenza approfondita